Header Image - Servizi e Prodotti per l'Energia

I nostri partner: Schmid

by Epsi

Caldaie a legna e a pellet per privati, impianti industriali e serre.

Revamping

by Epsi
Revamping

Molti impianti fotovoltaici potrebbero produrre più energia. Errori in fase di progettazione e installazione oltre a materiali di scarsa qualità possono ridurre i rendimenti.

Visto che non è possibile definire a priori i margini di miglioramento delle performance, bisogna eseguire una verifica tecnica specialistica sul singolo impianto volta a capire cosa impedisce all’impianto di rendere al massimo. Più chiare sono le cause del calo di rendimento, più è semplice mettere a punto un’efficace strategia di interventi migliorativi.

Di seguito le attività che Epsi Srl è in grado di svolgere per ottimizzare le prestazioni del tuo impianto:

  • Check-up impianto FV: eseguire un accurato check-up dell’impianto fotovoltaico al fine di rilevare con precisione lo stato attuale dell’impianto e dei relativi componenti principali;
  • Studio di ottimizzazione: Sulla base dei risultati dal check up sarà possibile individuare gli aspetti dell’impianto oggetto di revamping e quindi ottenere un miglioramento delle performance di impianto. Ciascun intervento migliorativo tuttavia dovrà essere oggetto di analisi tecnico-economica in modo da verificarne l’effettiva convenienza in funzione dell’effettivo guadagno economico nel tempo. Gli interventi migliorativi, a titolo esemplificativo, possono riguardare i seguenti aspetti:
    • Problematiche sui moduli FV;
    • Errata configurazione elettrica delle stringhe;
    • Ombreggiamento;
    • Problematiche su Inverter e/o trasformatori.
  • Gli interventi individuati dallo studio di ottimizzazione dovranno essere opportunamente progettati, autorizzati e realizzati in conformità alle normative vigenti e soprattutto alle regole tecniche rilasciate nel GSE e contenute nel documento “Impianti fotovoltaici in esercizio – Interventi di manutenzione e ammodernamento tecnologico – Procedure ai sensi del D.M. 23 giugno 2016” al fine di non correre il rischio di compromettere il diritto a percepire le tariffe incentivanti in Conto Energia.

O&M Manutenzione Impianti FV

by Epsi
O&M Manutenzione Impianti FV

La manutenzione è necessaria ai fini del rispetto della normativa e naturalmente risulta il principale strumento per il mantenimento nel tempo di rendimenti ottimali. E’ stato stimato che una corretta manutenzione può incrementare le prospettive di durata di un impianto fotovoltaico portandolo sino a oltre 30 anni di attività.

Gli interventi di manutenzione (chiamata Operation & Maintenance o O&M) si suddividono in manutenzione ordinaria e straordinara:

Per manutenzione ordinaria si intendono le azioni finalizzate a contenere il degrado normale d’uso nonché a far fronte ad eventi accidentali che comportino la necessità di primi interventi, che comunque non modifichino la struttura essenziale dell’impianto o la loro destinazione d’uso. Fanno parte normalmente della manutenzione ordinaria anche il servizio di monitoraggio e predisposizione della reportistica al fine di tenere sotto controllo la prestazione dell’impianto e gli eventuali fermi (es. cambio dei fusibili, verifica dei serraggi all’interno dei quadri elettrici, …).

Per manutenzione straordinaria o correttiva si intendono gli interventi, con rinnovo e/o sostituzione di sue parti, che non modifichino in modo sostanziale le sue prestazioni, siano destinati a riportare l’impianto stesso in condizioni ordinarie di esercizio, richiedano in genere l’impiego di strumenti o attrezzi particolari, di uso non corrente, e che comunque non rientrino negli interventi relativi alle definizioni di nuovo impianto, di trasformazione e di ampliamento di un impianto e che non ricadono negli interventi di manutenzione ordinaria (es. sostituzione di un modulo FV, sostituzione di un inverter, …).

Entrambe le tipologie di manutenzione possono essere gestite da un operatore O&M e sono regolate nel cosiddetto contratto di manutenzione. Il Contratto proposto da Epsi Srl copre tutti gli eventi che possono interessare l’impianto fotovoltaico durante la sua vita produttiva, per questo prevede una serie di attività periodiche e sulla base di specifici eventi finalizzate a mantenere nel tempo i corretti livelli di rendimento, utilizzabilità e sicurezza. Inoltre è possibile abbinare all’ O&M un servizio di gestione amministrativa per togliere ogni pensiero al Cliente.

Nell’ambito dei servizi di gestione dell’impianto fotovoltaico è di fondamentale importanza ai fini del mantenimento degli incentivi una corretta gestione degli aspetti amministrativi quali: rapporti e adempimenti nei confronti del GSE, del Gestore di Rete Elettrica, dell’Agenzia delle Dogane e nei confronti delle Pubbliche Amministrazioni responsabili degli aspetti autorizzativi.

Affidarsi ad una struttura specializzata come la nostra consente di risparmiare tempo e denaro ed evitare sanzioni derivanti dal non rispetto delle normative.

Speciale Condomini

by Epsi

Entro il 31 dicembre 2016, c’è l’obbligo per i condomini con riscaldamento centralizzato (D.Lgs. 102/2014) dell’installazione di valvole termostatiche su ogni radiatore di ogni appartamento, in modo da ottenere in ogni stanza il giusto livello di comfort limitando i consumi.

Siamo a disposizione anche per la contabilizzazione, ovvero il servizio di gestione e ripartizione dei costi per ogni appartamento in base ai consumi effettivi di ciascuno.

Comuni Rinnovabili 2016

by Epsi

Legambiente ha presentato la settimana scorsa il Rapporto “Comuni Rinnovabili 2016”.

Il Rapporto è realizzato elaborando informazioni e dati ottenuti attraverso un questionario inviato ai Comuni, incrociando le risposte con i dati del GSE, con numeri e rapporti che provengono da TERNA, Enea, Itabia, Fiper, ANEV e con le informazioni provenienti da Regioni, Province e aziende.

In Italia la crescita delle fonti rinnovabili in dieci anni, malgrado il rallentamento soprattutto del fotovoltaico negli ultimi anni, ha portato il contributo rispetto ai consumi elettrici dal 15% al 35,5% e rispetto a quelli complessivi dal 5,3 al 17% attraverso un modello distribuito nel territorio che oggi conta con 850mila impianti da Nord a Sud, tra termici ed elettrici, dalle aree interne alle grandi città. Dopo 10 anni di crescita per la prima volta il dato è in calo rispetto allo scorso anno, a causa dell’idroelettrico che ha avuto una riduzione del 25% nella produzione (44,7 TWh contro i 59,5 del 2014). In dieci anni la produzione da energie pulite è passata da 51,9 a 109 TWh.

Leggi tutto

Accatastamento impianti di autoproduzione

by Epsi

La circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 60244 del 27 Aprile 2016 conferma che per gli impianti in autoproduzione è stato escluso l’accatastamento se non vi sono nuove infrastrutture volumetriche o strade.

L’incremento della rendita catastale vi sarà solo se, tolti i pannelli, di fatto non vi sia più la copertura dell’immobile. Gli stessi impianti sono da considerarsi come strumenti e quindi sono esclusi dalla stima diretta della rendita dell’immobile.

Piani di Sviluppo Rurale

by Epsi

Umbria – Il Programma di Sviluppo Rurale (PSR) è lo strumento, finanziato con fondi dell’Unione Europea (FEASR – Fondo Europeo per lo Sviluppo Rurale), dello Stato Italiano e della Regione Umbria, che definisce le principali strategie, gli obiettivi e gli interventi per i settori agricolo, agroalimentare e forestale, finalizzati a sostenere lo sviluppo delle aree rurali dell’Umbria. Il Programma di sviluppo rurale (PSR) per l’Umbria per il periodo 2014-2020 delinea le priorità per l’utilizzo di circa 877 milioni di euro disponibili nell’arco di 7 anni.

Il PSR per l’Umbria si concentra sugli investimenti nei settori agricolo e forestale, sulle azioni legate a preservare, ripristinare e valorizzare gli ecosistemi e sulla promozione dell’inclusione sociale e sviluppo economico nelle zone rurali.

Sono molte le tipologie di investimento legate al risparmio energetico che possono usufruire dei fondi del PSR.

Toscana – il PSR della Regione Toscana è in uscita a breve.

Contattaci subito per maggiori informazioni.

Acconto Scambio sul Posto 2016

by Epsi

Il Gestore dei Servizi Energetici (GSE) ha comunicato che la la pubblicazione del primo acconto 2016 del Contributo in Conto Scambio sarà effettuata entro il 15 maggio 2016 contestualmente alla pubblicazione del Conguaglio del Contributo in Conto Scambio 2015.

La regolazione finanziaria dei relativi importi avverrà entro il 15° giorno lavorativo del mese di giugno 2016.